Menu
Connect with us
Tre parole per il 2018: fiducia, affidabilità, organizzazione.
18 Gen 2018

Tre parole per il 2018: fiducia, affidabilità, organizzazione.

Fino all’anno scorso vi ho partecipato dalle pagine del mio blog. Quest’anno ho deciso di aderire alla proposta di Chris Brogan, portata in Italia da Daniele Imperi, dalle pagine di Nuvole Creative.

In che cosa consiste questo “gioco”? E perché questo cambio di destinazione?

My3words

My3words è una tradizione che prosegue ormai da oltre 10 anni. Nel 2006, infatti, Chris Brogan inaugurò questo meme che consiste nel scegliere tre parole guida per l’anno che sta iniziando.

Come lui stesso racconta dalle pagine del suo blog, la finalità è quella di trovare delle parole che abbiano la funzione di faro nei momenti nebbiosi. L’importante è che siano legale ai nostri interessi personali o lavorativi e che siano significative.

Sono venuta a conoscenza di my3words solo nel 2015, grazie a Pennablu.it.

Daniele Imperi dal 2012 ci racconta le sue parole e ogni anno fa un bilancio di come sono andate quelle dell’anno precedente.

Io ho partecipato nel 2016 e nel 2017.

Quest’anno ho deciso di trasferirmi sul blog di Nuvole Creative perché mi sono resa conto di quanto le mie parole abbiano molto in comune non solo con la mia attività professionale, ma con il mondo del non profit, a cui ho intenzione di rivolgermi.

Le mie parole per il 2018

L’anno appena passato si è concluso per noi di Nuvole Creative con un Calendario dell’Avvento. Abbiamo coinvolto alcune ONP e abbiamo scelto come tema la fiducia per raccontare le loro storie.

È stata una bella esperienza che ci ha permesso di dar voce a storie che ci hanno coinvolto e appassionato.

Ma, prima di tutto, abbiamo riscoperto il concetto di fiducia. Ed è proprio con questa parola che ho deciso di iniziare il 2018.

 

Fiducia

Su questa parola ho già detto molto in altri articoli: in particolare in quello dell’8 dicembre e in quello del 24 dicembre.

Mi piacerebbe che in questo 2018 fosse la mia prima parola guida: non solo per cercare, nel mio piccolo, di far passare il messaggio che fidarsi è un vantaggio; ma anche, appunto, per me stessa.

Questo non vuol dire essere ingenui né ciechi, ma tenere a mente che la fiducia è un dono.

 

Affidabilità

Questa parola ha un legame molto stretto con quella precedente.

La Treccani On-line definisce così affidabilità:

(…) Per un elemento qualsiasi l’a. è la fiducia che si può riporre nel suo buon funzionamento in relazione a una variabile che ne rappresenti l’anzianità o la durata.

Applicato agli esseri umani, credo che si possa interpretare come la capacità di essere degni di fiducia.

Se la fiducia è un dono, l’affidabilità è la dimostrazione di meritarlo.

Ecco, io vorrei dimostrare di essere degna di fiducia: sia su un piano personale, sia lavorativo.

 

Organizzazione

L’affidabilità passa anche dall’organizzazione.

Come si diventa persone organizzate? E ancor di più, come si diventa professionisti, aziende, ONP organizzate?

Io ci ho messo parecchio tempo a impararlo e ci sto ancora lavorando. Non si smette mai di imparare e non si arriva mai alla perfezione. Proprio per questo vorrei che il 2018 fosse l’anno in cui tutto ciò che ho imparato e sperimentato diventasse la regola non solo per me, ma anche per le realtà con cui lavoro.

Nel mio lavoro, in particolare, l’organizzazione è la base per lavorare bene.

 

E voi: che parole guida avete scelto per il vostro 2018?

****************************************

Postilla: a proposito di organizzazione, in questo inizio di anno sto lavorando a diversi piani editoriali per diverse realtà. Sto preparando un modello che, spero, possa essere utile alle ONP che ancora non ce l’hanno. La prossima settimana sarà scaricabile gratuitamente qui su questo sito. Non perdetevelo!

 

Lascia un commento